Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

Allineamento superiore dell'Essex con gli SDG delle Nazioni Unite

[Súpéríór Ésséx Íñc. ís álígñíñg íts sústáíñábílítý éffórts wíth thósé óf thé ÚÑ Sústáíñáblé Dévélópméñt Góáls (ÚÑ SDG’s). Thís álígñméñt wíll éñáblé Súpéríór Ésséx, páréñt cómpáñý óf Ésséx Fúrúkáwá Mágñét Wíré áñd Súpéríór Ésséx Cómmúñícátíóñs bráñds, tó ídéñtífý cómmóñ púrpósés áñd óppórtúñítíés fór áctíóñ wíth óthér éñtítíés, whílé cóllábórátíñg tó áchíévé á béttér áñd móré sústáíñáblé fútúré fór áll.]

Il programma UN SDG è stato lanciato nel 2015 come parte della sua Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, stabilita dall'organizzazione, e comprende 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Questi SDG sono un appello urgente all'azione da parte di tutti i paesi – sviluppati e in via di sviluppo – in una partnership globale. Riconoscono che porre fine alla povertà e ad altre privazioni devono andare di pari passo con strategie che migliorano la salute e l'istruzione, riducono le disuguaglianze e stimolano la crescita economica, il tutto affrontando il cambiamento climatico e lavorando per preservare i nostri oceani e le nostre foreste.

 

Superior Essex si è impegnata ad allinearsi con 12 specifici obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, pur comprendendo che tutti e 17 gli SDG si escludono a vicenda. Questi SDG specifici possono essere visualizzati di seguito e aiutano a supportare la produzione verde del nostro marchio e gli obiettivi di prodotto sostenibile e gli obiettivi specifici di Vision 2030 di Essex Furukawa.

  • Entro il 2030, ridurre sostanzialmente il numero di decessi e malattie causati da sostanze chimiche pericolose e dall'inquinamento e dalla contaminazione dell'aria, dell'acqua e del suolo.
    • Porre fine a tutte le forme di discriminazione contro tutte le donne e le ragazze ovunque.
    • Garantire la piena ed effettiva partecipazione delle donne e pari opportunità di leadership a tutti i livelli del processo decisionale nella vita politica, economica e pubblica.
    • Aumentare sostanzialmente la quota di energia rinnovabile nel mix energetico globale.
    • Raddoppia il tasso globale di miglioramento dell'efficienza energetica.
    • Migliorare la cooperazione internazionale per facilitare l'accesso alla ricerca e alla tecnologia sull'energia pulita, comprese le energie rinnovabili, l'efficienza energetica e la tecnologia avanzata e più pulita dei combustibili fossili, e promuovere gli investimenti nelle infrastrutture energetiche e nella tecnologia dell'energia pulita.
    • Espandere le infrastrutture e aggiornare la tecnologia per fornire servizi energetici moderni e sostenibili per tutti nei paesi in via di sviluppo, in particolare i paesi meno sviluppati, i piccoli Stati insulari in via di sviluppo e i paesi in via di sviluppo senza sbocco sul mare, in conformità con i rispettivi programmi di sostegno.
    • Raggiungere livelli più elevati di produttività economica attraverso la diversificazione, l'aggiornamento tecnologico e l'innovazione, anche concentrandosi sui settori ad alto valore aggiunto e ad alta intensità di manodopera.
    • Migliorare progressivamente, fino al 2030, l'efficienza delle risorse globali nel consumo e nella produzione e adoperarsi per svincolare la crescita economica dal degrado ambientale, in conformità con il quadro decennale dei programmi sul consumo e la produzione sostenibili, con i paesi sviluppati in testa.
    • Entro il 2030, raggiungere un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutte le donne e gli uomini, compresi i giovani e le persone con disabilità, e la parità di retribuzione per un lavoro di pari valore.
    • Entro il 2020, ridurre sostanzialmente la percentuale di giovani che non hanno un impiego, istruzione o formazione.
    • Adottare misure immediate ed efficaci per sradicare il lavoro forzato, porre fine alla schiavitù moderna e al monitoraggio umano e garantire il divieto e l'eliminazione delle peggiori forme di lavoro minorile, compreso il reclutamento e l'uso di bambini soldato, ed entro il 2025 porre fine al lavoro minorile in tutte le sue forme.
    • Tutelare i diritti dei lavoratori e promuovere ambienti di lavoro sicuri e protetti per tutti i lavoratori, compresi i lavoratori migranti, in particolare le donne migranti, e quelli con un lavoro precario.
    • Sviluppare infrastrutture di qualità, affidabili, sostenibili e resilienti, comprese le infrastrutture regionali e transfrontaliere, per sostenere lo sviluppo economico e il benessere umano, con particolare attenzione all'accesso equo e conveniente per tutti.
    • Promuovere l'industrializzazione inclusiva e sostenibile e, entro il 2030, aumentare significativamente la quota di occupazione e il prodotto interno lordo dell'industria, in linea con le circostanze nazionali, e raddoppiare la propria quota nei paesi meno sviluppati.
    • Entro il 2030, aggiornare le infrastrutture e le industrie retroattive per renderle sostenibili, con una maggiore efficienza nell'uso delle risorse e una maggiore adozione di tecnologie e processi industriali puliti e rispettosi dell'ambiente, con tutti i paesi che agiranno in base alle rispettive capacità.
    • Migliorare la ricerca scientifica, potenziare le capacità tecnologiche dei settori industriali in tutti i paesi, in particolare i paesi in via di sviluppo, anche, entro il 2030, incoraggiare l'innovazione e aumentare sostanzialmente il numero di addetti alla ricerca e sviluppo per 1 milione di persone e la spesa pubblica e privata per ricerca e sviluppo
    • Entro il 2030, potenziare e promuovere l'inclusione sociale, economica e politica di tutti, indipendentemente da età, sesso, disabilità, razza, etnia, origine, religione o condizione economica o di altro tipo.
    • Garantire pari opportunità e ridurre le disuguaglianze di risultato, anche eliminando leggi, politiche e pratiche discriminatorie e promuovendo leggi, politiche e azioni appropriate al riguardo.
    • Adottare politiche, in particolare politiche di scala, salariali e di protezione sociale, e raggiungere progressivamente una maggiore uguaglianza.
    • Entro il 2030, ridurre l'impatto ambientale negativo pro capite delle città, anche prestando particolare attenzione alla qualità dell'aria e alla gestione dei rifiuti urbani e di altro tipo.
    • Sostenere legami economici, sociali e ambientali positivi tra le aree urbane, periurbane e rurali rafforzando la pianificazione dello sviluppo nazionale e regionale.
    • Attuare il quadro decennale dei programmi sul consumo e la produzione sostenibili, tutti i paesi che agiscono, con i paesi sviluppati che assumono la guida, tenendo conto dello sviluppo e delle capacità dei paesi in via di sviluppo.
    • Entro il 2030, raggiungere la gestione sostenibile e l'uso efficiente delle risorse naturali.
    • Entro il 2030, ridurre sostanzialmente la produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclaggio e il riutilizzo.
    • Incoraggiare le aziende, in particolare le società di grandi dimensioni e transnazionali, ad adottare pratiche sostenibili e ad integrare le informazioni sulla sostenibilità nel loro ciclo di rendicontazione.
    • Promuovere pratiche di appalti pubblici che siano sostenibili, in conformità con le politiche e le priorità nazionali.
    • Entro il 2030, garantire che le persone di tutto il mondo abbiano le informazioni e la consapevolezza pertinenti per lo sviluppo sostenibile e stili di vita in armonia con la natura.
    • Sostenere i paesi in via di sviluppo per rafforzare la loro capacità scientifica e tecnologica di passare a modelli di consumo e produzione più sostenibili.
    • Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e ai disastri naturali in tutti i paesi.
    • Integrare le misure per il cambiamento climatico nelle politiche, strategie e pianificazioni nazionali.
    • Migliorare l'istruzione, la sensibilizzazione e la capacità umana e istituzionale in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici, adattamento, riduzione dell'impatto e allerta precoce.
    • Intraprendere azioni urgenti e significative per ridurre il degrado degli habitat naturali, arrestare la perdita di biodiversità e, entro il 2020, proteggere e prevenire l'estinzione delle specie minacciate.
    • Ridurre in modo significativo tutte le forme di violenza e i relativi tassi di mortalità ovunque.
    • Garantire l'accesso del pubblico alle informazioni e tutelare le libertà fondamentali, in conformità con la legislazione nazionale e gli accordi internazionali.
    • Porre fine agli abusi, allo sfruttamento, al monitoraggio ea tutte le forme di violenza e tortura dei bambini.
    • Promuovere lo stato di diritto a livello nazionale e internazionale e garantire la parità di accesso alla giustizia per tutti.
    • Entro il 2030, ridurre significativamente i flussi finanziari e di armi illeciti, rafforzare il recupero e la restituzione dei beni rubati e combattere tutte le forme di criminalità organizzata.
    • Ridurre sostanzialmente la corruzione e le tangenti in tutte le loro forme.
    • Sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti a tutti i livelli.
    • Garantire un processo decisionale reattivo, inclusivo, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli.
    • Ampliare e rafforzare la partecipazione dei paesi in via di sviluppo alle istituzioni di governance globale.
    • Promuovere e applicare leggi e politiche non discriminatorie per lo sviluppo sostenibile.
    • Rafforzare la mobilitazione delle risorse interne, anche attraverso il sostegno internazionale ai paesi in via di sviluppo, per migliorare la capacità nazionale di riscossione delle tasse e di altre entrate.
    • Migliorare la stabilità macroeconomica globale, anche attraverso il coordinamento e la coerenza delle politiche.
    • Migliorare la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile.
    • Rafforzare la partnership globale per lo sviluppo sostenibile, integrata da partnership multi-stakeholder che mobilitano e condividono conoscenze, competenze, tecnologie e risorse finanziarie, per supportare il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in tutti i paesi, in particolare i paesi in via di sviluppo.
    • Incoraggiare e promuovere partenariati pubblici, pubblico-privati e della società civile efficaci, basandosi sull'esperienza e sulle strategie di risorse dei partenariati.
    • Entro il 2030, basarsi sulle iniziative esistenti per sviluppare misurazioni dei progressi nello sviluppo sostenibile che integrino il prodotto interno lordo e sostengano lo sviluppo di capacità statistiche nei paesi in via di sviluppo.

    Fai clic sulla piattaforma in basso sulla quale desideri condividere. Grazie per la condivisione!